Etna, funghi ed escursioni

Etna, funghi ed escursioni
Etna, golosità e curiosità da scoprire.
Uno dei vulcani più famosi al mondo, il più alto d’Europa, ancora attivo e spettacolare con i suoi zampilli di lava, è l’Etna.
Inserito da tempo in un’area protetta chiamata “Parco dell’Etna“, il vulcano e la zona circostante che lo ospita sono meta di numerose escursioni, che regalano ai turisti emozioni indimenticabili.
Diverse le attività praticabili sui percorsi del vulcano, tutte le proposte sono pubblicate sul web o si possono consultare localmente, presso le strutture che le organizzano.
Gli appassionati delle camminate possono scegliere il trekking, con un’escursione assistita da guide alpine e vulcanologiche; questo percorso raggiunge i crateri sommitali del vulcano, dopo una splendida salita.
Per chi ama guidare sui sentieri sconnessi e provare il brivido di una salita veloce, tra panorami mozzafiato, il tour in Quad, sempre assistito da guide autorizzate, è ideale.
Ci sono poi le classiche escursioni in Mountain Bike, dotate di pedalata assistita.
La più famosa meta, indipendentemente dal mezzo usato, è quella che attraversa la famosa Valle del Bove. Questa escursione porta i visitatori a toccare la lava dell’eruzione del 2017. Si tratta di una valle molto ampia, circa 18 km di perimetro con bordi montuosi che in alcuni tratti superano i 1.000 metri di altezza.
Romantiche e coinvolgenti le escursioni che si effettuano al calar del sole, soprattutto quando il vulcano è in piena eruzione, lo spettacolo dei lapilli che si stagliano contro il cielo illuminato dai colori del tramonto è un’emozione unica.
L’Etna è anche luogo dove i cercatori di funghi trovano il loro paradiso.
Il matrimonio tra il vulcano e i funghi che nascono alle sue pendici è storico.
La meta dell’escursione tipica di chi cerca funghi è una zona chiamata Giarrita, posizionata nell’area B del Parco. Per area B viene identificata la parte di riserva definita “Generale”, dove storicamente l’uomo segue diligentemente le leggi della natura, rispettando ogni tipo di biodiversità. Si tratta del cuore pulsante del Parco dell’Etna.
I porcini dell’Etna sono saporiti e corposi, si trovano a un’altitudine tra i 500 e i 600 metri, nascono e crescono dopo che, a un’abbondante pioggia, segue una splendida giornata di sole.
Attenzione, cercare funghi presuppone il possesso del tesserino “raccolta funghi”, che si ottiene dopo un corso, con relativo esame.
La “muntagna”, come viene amichevolmente chiamato l’Etna, si riempie di funghi di ogni specie, a partire dalla fine del mese di agosto.
Ovviamente il vulcano permette la nascita anche dei funghi particolarmente velenosi, ecco perchè saperli riconoscere è di vitale importanza.
Durante le escursioni si potranno quindi incontrare non solo i gustosi porcini ma anche i chiodini, l’ovolo, la mazza di tamburo, i pineroli, i sanguinacci e i galletti.
Per chi volesse pernottare nei dintorni dell’Etna, il Resort Villa delle Palme ad Acitrezza è situato in posizione ottimale per raggiungere i punti di partenza delle escursioni al vulcano.
Offre deliziosi appartamenti con ogni comfort e la prenotazione è semplice attraverso il sito o via mail.
Share

Potrebbero interessarti questi articoli