Perchè scegliere Acitrezza per il tuo soggiorno nella Sicilia orientale

acitrezza faraglioni

La Sicilia è uno scrigno di tesori ricolmo di gioielli, clima sempre mite, acque cristalline, vegetazione rigogliosa, cibo per ogni palato, ricchezza architettonica e patrimonio storico – culturale in ogni angolo, il tutto arricchito da tanta accoglienza. Tra le mete più ambite c’è la bellissima Catania, con la sua punta di cristallo: Acitrezza.

Acitrezza si presenta come un piccolo e antico borgo di pescatori, caratterizzato dall’isola Lachea e dai suoi faraglioni, otto pittoreschi scogli basaltici appuntiti, frutto dell’attività vulcanica antecedente all’Etna. Secondo la leggenda, questi scogli furono lanciati da Polifemo ad Ulisse durante la sua fuga, come descritto nell’Odissea. L’astuto Ulisse, riuscito a sfuggire alla cattura da parte del Ciclope Polifemo, scatenò la sua ira al punto che questi, nel tentativo di affondare l’imbarcazione su cui si trovavano gli uomini di Ulisse, scagliò a mare enormi macigni mentre si allontanavano dall’isola.

Questi macigni di roccia, lanciati da Polifemo, conficcandosi nel fondale, diedero vita ai faraglioni che oggi sono meta di molti turisti e di amanti del mare. 

La leggenda ci narra anche di un’altra storia, ancora più antica e affascinante. Il mito di Aci, infatti, racconta di un giovane pastore che si era perdutamente innamorato della seducente ninfa del mare, di nome Galatea, anch’essa innamorata del giovane. Ma come ogni storia d’amore che si rispetti, anche la loro era ostacolata da un nemico, il tremendo Polifemo, che mosso dalla gelosia e dall’ira, uccide crudelmente il giovane Aci, mentre Galatea, ripiegata nel suo inconsolabile dolore, piange senza posa versando le sue lacrime sulle rive del mare.

Gli dei, presi a commozione da questo triste amore, tramutarono Aci in un fiume, per dare la possibilità agli innamorati Aci e Galatea di incontrarsi in mare e continuare a vivere il loro amore per l’eternità. Da questa leggenda prendono il proprio nome vari comuni, tra cui Acitrezza, Aci Castello e Acireale.

Inebriati dalla leggenda e dalla mitologia che si respira ad ogni angolo del borgo, è piacevole passeggiare sul lungomare per addentrarsi all’interno del paesino, dove il tempo sembra essersi fermato e ogni scorcio sembra essere lì, in posa, per farsi fotografare: le barche dei pescatori che rientrano dopo la giornata di pesca, i gabbiani affamati che sfiorano il mare nel tentativo di trovare buon cibo, fino ad allungare lo sguardo verso l’isolotto dei Ciclopi, dove è posata una Madonna che ogni giorno riceve gli onori dei marinai al ritorno a casa.

Addentrati nel borgo

Se si prosegue verso il porticciolo, si noterà come anche la roccia che accoglie il mare nel piccolo porto dei marinai, è degna di attenzione; poiché, essendo Acitrezza di origine vulcanica, non è difficile distinguere le sagome dei cristalli rocciosi dei basalti colonnari, che rendono la costa ancora più luminosa. E pensare che rocce di questo tipo sono assai rare ed in Irlanda sono meta di tanti turisti!

Per gli amanti dell’architettura, è possibile visitare la chiesa di San Giovanni Battista e la Casa del Nespolo, dove Giovanni Verga ha ambientato “i Malavoglia”, e dove oggi si trova il Museo Trezzoto. La struttura è tipicamente siciliana, e risale alla metà del XIX secolo, presenta un cortile, un piccolo orto e l’ingresso, caratterizzato da un arco in pietra lavica, molto caratteristico da visitare.

Acitrezza e il buon cibo

Ma Acitrezza, come tutta la Sicilia, è anche buon cibo. Tutti i palati, anche i più esigenti, possono essere soddisfatti; per chi preferisce soste rapide, è possibile assaggiare squisite arancini e snack ad ogni angolo; consigliatissime le brioches con granita, una delizia a cui i palati più golosi non possono rinunciare.

In questa zona sono particolarmente consigliati anche il pesce, i molluschi e i crostacei, perché vivono in un habitat di grande biodiversità, grazie anche i fondali in roccia lavica e con la garanzia della massima freschezza, dal momento che le barche dei pescatori escono ogni giorno per rifornire i diversi ristoranti di Acitrezza e dei comuni limitrofi, infatti Acitrezza ha anche uno dei più ricchi mercati ittici di tutta la Sicilia.

Villa Delle Palme per godere delle bellezze di Acitrezza

La soluzione ideale per una vacanza ad Acitrezza è sicuramente un soggiorno presso il resort Villa Delle Palme, dove è si può godere di un ambiente familiare e comodo e accogliente.

Villa delle Palme Acitrezza – Piscine esterne e vasca idromassaggio

Nel residence, immerse in un rigoglioso giardino mediterraneo si trovano due piscine e una vasca idromassaggio per trascorrere le giornate tra la frescura dell’acqua, in compagnia di amici e di un buon libro. Le piscine sono adatte a tutte la famiglia, una per abili nuotatori e l’altra più piccola  per i bimbi.

La vasca idromassaggio esterna consente di abbandonarsi ad un piacevole massaggio di acqua e bollicine, per godere del relax in un’atmosfera elegante fatta di preziosi mosaici e tanta tranquillità, quest’ultima è dedicata agli ospiti che vogliono assaporare il riposo e la quiete tra un raggio di sole e un bagno tranquillo e riservato.

Intorno alla piscina comodi lettini solari, attrezzati per il massimo comfort degli ospiti, permettono di oziare in compagnia del “solleone” tra i profumi del giardino con lo sguardo proteso verso panorami lontani dal traffico cittadino e dallo stress. Ma se si preferisce un po’ d’ombra, è disponibile un fresco pergolato, dotato di tavoli e comode sedute.

Il solarium, è stato pensato per dare agli ospiti ogni tipo di comodità, in un ambiente familiare e gioioso, dove il riposo e il comfort fanno da padroni, in un clima di gioia come ogni vacanza richiede.

Non c’è nulla di più bello, infatti, che vivere una vacanza all’insegna della natura, tra il mare, l’aria pulita, il comfort e la compagnia delle persone che ci fanno stare bene.

Villa delle Palme è adatta alle famiglie e ai bambini di ogni fascia di età, che preferiscono muoversi in libertà e sicurezza tra gli spazi del residence piuttosto che sentirsi costretti all’interno di un albergo.

Tutto questo comfort è incorniciato da un rigoglioso parco verde mediterraneo dove poter leggere un buon libro o semplicemente rilassarsi assaporando il silenzio della natura e gli odori del mare.

Per godere pienamente della vacanza, gli ospiti che lo richiedono, possono iniziare la giornata con una gustosa e assortita colazione servita al bordo della piscina. 

Villa delle Palme è anche il punto di partenza ideale per piacevoli escursioni in tutta la Sicilia orientale, in barca, accompagnati dai pescatori, a fare snorkeling  intorno ai faraglioni, all’interno dell’area marina protetta “Riviera dei Ciclopi”, noleggiando barche o gommoni per un’escursione lungo la costa,  sull’Etna fino al cratere, o a Taormina e a Siracusa.

Villa Della Palme e tutti sono felici!

Villa Delle Palme, dunque, è adatta per ogni tipo di vacanza,  per una fuga d’amore o per famiglie con bambini e adolescenti, per chi viaggia per lavoro e vuole sentirsi come a casa; per un weekend o per un lungo periodo.

Vegetazione rigogliosa, aria pulita, un cielo sempre blu e l’odore del mare faranno da contorno alla vostra meravigliosa vacanza, presso Villa Delle Palme, in un’atmosfera di rara bellezza, che vi incanterà al primo sguardo, dove i Faraglioni e i cinque scogli, il mare limpido e le mille sfumature renderanno quei giorni tanto sospirati un’avventura unica e indimenticabile per tutta la famiglia.

Share